750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Queen's Kitchen

Ricette facili per cucinare a casa!

Queen's Kitchen

fooding015 sapori per strada

Appena rientrata dalle vacanze ho avuto l'onore e il piacere di prender parte alla kermesse culinaria del Fooding015 - Sapori per strada, organizzato per il terzo anno consecutivo da http://noaofood.com

Per una barese DOC come me far parte della giuria per il Focaccia-contest, una gara all'ultima focaccia in cui si sono cimentate con ottimi risultati casalinghe e foodblogger, è stato un invito a nozze! Sono davvero onorata di aver fatto la mia piccola parte in una grande squadra di persone dotate di competenza e professionalità, ma soprattutto di grande umanità, umiltà e simpatia.

Qui di seguito trovate il racconto dettagliato delle tre serate di Monica Caradonna, accompagnato dalle foto che ho scattato tra un assaggio e l'altro!



“Tre serate intense. Tre location che hanno fatto da cornice all’essenza di un food style che ha segnato il passo di un modo nuovo di interpretare il rapporto tra gusto e territorio. Bisceglie, Trani e Andria hanno ospitato l’edizione 2015 di Fooding, sapori per strada, l’idea di Noao, una società di food promotion che nella BAT ha le sue origini e che da Roma in poi, dove ha la sua sede legale, instilla una nuova cultura del cibo.



Più di quaranta chef hanno aderito al progetto creativo di Noao; ci hanno creduto le aziende vinicole L’Archetipo, Cantine Due Palme, Masciarelli, Michele Chiarlo, Monterossa, Pievalta, Planeta, Severino Garofano vigneti e cantine Valori, Valentina Passalacqua, il Birrificio B94 e l’Antico Frantoio Muraglia. Hanno creduto in Fooding i partner internazionali come Longino & Cardenal presente con il suo Ceo, Riccardo Uleri, come Ferrarelle nella persona di Franco Iaccarino, e quelli locali Salumificio Santoro, Agenzia Leone, Unconventional srl e Satiro Danzante.



Da nord a Sud nella Bat sono arrivati i cibi pregiati che sono stati modellati da altrettante prestigiose mani che dalle materie prime hanno tratto i sapori e il gusto dell’eccellenza.







Grande affluenza alle tre serate che ne La via del Pane a Trani hanno visto anche una interessante partecipazione da parte delle istituzioni locali.



«Noi abbiamo semplicemente messo a disposizione il salotto buono della città – ha detto Amedeo Bottaro, primo cittadino di Trani – ma il merito è di chi ha organizzato un evento così elegante», assicurando un sostegno anche per le prossime edizioni. Sbarcato direttamente da Hong Kong, Riccardo Uleri, ceo di Longino & Cardenal, non ha potuto che apprezzare l’accoglienza oltre che la bellezza di una Puglia che non aveva mai conosciuto e che «ho visto nella sua veste migliore, quella in cui alla bellezza del territorio si unisce la qualità della ristorazione». Sulla stessa linea d’onda il senatore Michele Boccardi e l’assessore regionale alla sanità Mimmo Santorsola che ha parlato di una corrispondenza di obiettivi tra chi ha organizzato e il motto della regione Puglia, ovvero assicurare «una lunga vita felice attraverso momenti semplici in posti belli».



E la bellezza è stata il tema dilagante, bellezza declinata secondo la voce del verbo degustare in un contesto in cui si è vissuta la ripartenza della ristorazione in Puglia sotto precisi comuni denominatori: la qualità, l’eccellenza, lo stare insieme e fare sinergia. «Da soli non si costruisce nulla – ha detto Anna Roberto, anima gourmet di Noao – noi abbiamo voluto dimostrare che è possibile mettere insieme tante realtà diverse tra loro superando diversità e divergenze e mettendo al centro un solo unico tema, la qualità dell’offerta che deve essere il nuovo tormentone da assicurare a chi sceglie la Puglia; un percorso complesso nel quale ho auto al mio fianco molti amici tra i quali Reporter Gourmet e Claudio Sacco, che con Altissimo ceto è il guru italiano del gourmet life style». L’ambizione della kermesse del cibo che ha realizzato per tre giorni il più imponente ristorante diffuso di Puglia – evento dalle dimensioni inimmaginabili fino ad oggi – è la democratizzazione del cibo. «Cibo per tutti e di qualità – ha spiegato Anna Roberto – esternalizzando la tecnica, la qualità e le competenze degli chef troppo spesso ignorate, portandole in piazza e permettendo a tutti di ricevere un’emozione anche se in pillole». Cibo per tutti, insomma, accessibile a tutti attraverso la conoscenza di queste realtà e di questi sapori. E della conoscenza ha fatto il suo cavallo di battaglia l’ospite d’onore del Fooding, Paolo Parisi, amico della Puglia e di Noao, che è riuscito a imporre nella sua Toscana l’uso dell’olio pugliese. «Questa è terra di ulivi – ha detto Parisi – e la puglia è la terra dell’olio e Savino (Antico Frantoio Muraglia – ndr) ha fatto un grande olio».



Format della ristorazione di qualità, realtà emergenti e la storia del gusto di Puglia, tutti insieme in tre luoghi simbolo della bellezza e uniti, a Trani, in un esercizio creativo che ha portato i piatti gourmet all’interno di un panino. «Preparare un panino non è una diminutio – ha detto Nicola Serlenga di Noao - ma è la base della nostra cultura, quindi per noi ma soprattutto per gli chef è stato elevare all’ennesima potenza il concetto del panino che diventa gourmet facendo degustare un’emozione».



Spenti i riflettori sull’edizione 2015, il Fooding inizia già a prendere una sua forma per il prossimo anno. «Tante le ambizioni e tanti i riscontri positivi – conclude Francesco Dente che di Noao è il presidente –. Gli chef già assicurano la loro presenza, ma la squadra di Noao pensa anche ad un evento per l’inverno e ha lo sguardo al di là dei confini strettamente locali. Vogliamo esportare un modello di food promotion di qualità e raccontare le nostre eccellenze anche al di là dei confini nazionali»."

fooding015 sapori per strada
fooding015 sapori per strada
fooding015 sapori per strada
fooding015 sapori per strada
fooding015 sapori per strada
fooding015 sapori per strada

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post