750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Queen's Kitchen

Ricette facili per cucinare a casa!

Queen's Kitchen

Pane cotto nella Rostiera di Ghisa

Pane cotto nella Rostiera di Ghisa

Pane cotto nella Rostiera di Ghisa

[Da bambina aveva un forno preferito dove comprava la merenda tutte le mattine prima di andare a scuola, e le piaceva da matti entrare e sentire il calore del pane. Un incontro, ecco cos’era, aveva deliberato qualche anno dopo, quando aveva imparato a dare i nomi alle cose. Io la mattina incontravo il pane.]

Mancarsi 

Diego De Silva

 

Pane olio e sale, pane e pomodoro, pane burro e marmellata, pane e nutella, pane burro e acciughe: il pane era l’indiscusso protagonista delle merende di quando ero piccola, ricordo il panificio dove mia madre mi mandava a comprarlo e la gioia che provavo entrandovi, inebriata dal profumo delle pagnotte appena sfornate. Questo piccolo piacere è rimasto immutato nel tempo: lasciarmi attirare da quella fragranza ed entrare in una panetteria, ammirare michette, rosette, baguette e pagnotte insieme a focacce, taralli e pastarelle, mi regala attimi di ordinaria felicità. Ecco perché spesso mi piace preparare il pane a casa, vi lascio la ricetta del Pane cotto nella rostiera di ghisa: lo impastate la sera prima, lo cuocete il mattino seguente e lasciate che l’odore si diffonda nella vostra cucina!

La pagnotta dopo la lievitazione.

La pagnotta dopo la lievitazione.

Ingredienti 

 

250 g farina 1

125 g farina integrale 

un cucchiaino semi di chia

1/2 cucchiaino lievito secco

1 cucchiaino di zucchero 

1 cucchiaino di sale

260 ml acqua a temperatura ambiente 

a piacere possiamo arricchire l’impasto con olive o noci o pomodori secchi

Pane cotto nella Rostiera di Ghisa

Prepariamo l’impasto per il pane la sera per cuocerlo il mattino successivo. Setacciamo le farine in una ciotola capiente, aggiungiamo il lievito, lo zucchero, i semi di chia ed eventuali ingredienti facoltativi. Impastiamo con l’acqua in cui avremo sciolto il sale. Copriamo e lasciamo lievitare a temperatura ambiente per tutta la notte. Il mattino seguente rovesciamo l’impasto su una spianatoia ben infarinata, lo pirliamo e lo lasciamo lievitare ancora un’ora. Nel frattempo scaldiamo la rostiera di ghisa senza coperchio in forno a 240º. Trasferiamo l’impasto su un foglio di carta da forno cosparso con un po’ di semola, pratichiamo delle piccole incisioni sulla superficie, cuociamo in forno a 240º per 20 minuti con il coperchio e altri 15 minuti senza coperchio. Sforniamo, facciamo raffreddare su una gratella, affettiamo e gustiamo.

La Rostiera in ghisa l’ho acquistata da Lidl.

La Rostiera in ghisa l’ho acquistata da Lidl.

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post